venerdì 1 marzo 2013

Flight Of The Navigator 1986

Navigator (in italia si chiama solo così) è un film che non ebbe chissà quale successo ma che divenne un piccolo cult grazie ai passaggi televisivi e  e alle vhs. A dir la verità in Italia i passaggi televisivi sono stati pochi e solo sulla Rai, ai più è probabilmente un film sconosciuto, ma merita certamente di essere riscoperto anche da chi non lo ha mai visto... dovrete tornare un po indietro con i sentimenti di un montatore di Lego.. ma non ne rimarrete delusi.
la cosa migliore di questo film è che introduce i piccoli spettatori alla fantascienza in piena regola, ma lo fa coinvolgendoli emotivamente e parlando in qualche modo a ciò che abbiamo dentro.
Il concetto più forte è quello di tornare a casa e non trovare più le stesse cose, vedere i propri genitori invecchiati. Se ci si pensa è proprio quello che succede nella vita vera ma nel corso di molti anni.. Non per questo non si può che provare nostalgia per delle situazioni o delle persone che non ci sono più, compresi noi stessi..decisamente diversi da quanto eravamo o pensavamo di diventare..
Parlando tecnicamente il film è un perfetto esempio di effetti speciali anni 80 ma  tra i primissimi ad usare il CGI nelle scene di volo della navicella. E' un film Disney anche se non si direbbe poi molto, di sicuro ebbe un bel budget che venne usato nel migliore dei modi.
 C'è un buon cast, per rimanere in tema Sci-fi c'è la madre, Veronica Cartwright una degli astronauti di Alien. 
Degni di nota una Sarah Jessica Parker reduce da un concerto dei Twisted Sister, con capelli cotonati e ciuffi rosa.. 
..Matt Adler che lo si ricorda in Voglia di Vincere interpreta Jeff il fratello di David cresciuto. Un ruolo anche toccante, da fastidioso moccioso si trasforma in un cool guy che farebbe di tutto per aiutare il fratello..
Sacco di cacca...ZA ZA..
Nella scena qui sotto David probabilmente parla con la ragazzina che spia all'inizio del film con il binocolo, una foto inedita che deve far parte di una scena tagliata.
facendo qualche ricerca oggi si possono trovare gli attori invecchiati sul serio e quasi quasi proviamo gli stessi sentimenti di David nel rivederli..
La colonna sonora firmata Alan Silvestri è un perfetto stralcio di anni 80.. tutta sintetizzatori.