venerdì 22 novembre 2013

Speciale Robocop

Robocop è un film brutale; di un importanza storica indiscutibile, nell'intero panorama cinematografico. Non solo della fantascienza, è' un drama-trhiller che non ha eguali.
Nelle classifiche che contano, risiede tra i migliori film di tutti i tempi; forse a causa di cattivi sequel, cartoni, telefilm, videogiochi e quant'altro, viene dimenticato quanto il primo film sia una cruda storia sentimentale, capace ancora oggi di far venire i brividi.
In quel lontano 1987, Robocop, pur avendo avuto il successo meritato, non ha di certo ottenuto quanto gli sarebbe spettato.
Chissà perchè viene dimenticato che è comunque vincitore di un Oscar; vinse solamente un premio speciale fuori categoria per il miglior montaggio di effetti sonori.
Venne comunque nominato nelle categorie: miglior sonoro e miglior montaggio.
L'academy, tralasciò completamente la storia e l'impatto emotivo che generava nello spettatore; Probabilmente perchè troppo scioccante e politicamente scorretto.
Se andiamo a riscoprire i candidati in corsa per miglior film o miglior sceneggiatura troviamo Attrazione Fatale e Stregata dalla Luna con Cher.. Certo sono dei buoni film, ma un lungometraggio di italoamericani con Nicolas Cage, con la mano finta, meritava la candidatura di miglior film più di questa pellicola visonaria??
Vinse L'ultimo Imperatore, un film italiano che fece incetta di premi immeritati, poichè ricordo solo che era una palla di tre ore.
Certo, grandi scenografie, costumi e quant'altro.. ma sarebbe come dire che Robocop doveva vincere perchè la sua tuta era una figata.. Quanto viene totalmente dimenticato oggi è la qualità di questa storia, l'aspetto etico e le riflessioni che poneva sulla nostra società.
Già, perchè Robocop era ambientato nel futuro, ma a me è sempre sembrato un futuro anni 80; Tutto è sporco ed immorale, la tecnologià è mischiata ad un realismo che fa ancora più paura.

Le violenza è il fattore che eleva questo film.  Pur essendo inaudita e praticamente splatter, non è mai scontata o gratutita.  Robocop, parla anche di questo, del totale disprezzo per la vita umana in ogni suo aspetto;  L'omicidio di Murphy è alla pari di quello a cui viene sottoposto in seguito, una resurrezione non voluta e priva di scrupoli.
Ho dovuto rivedere questo film, prima di scrivere questa recensione e devo dire che ha creato in me le stesse emozioni che mi diede in giovane età.
Leggendo qua e là, ho scoperto che il regista, Paul Verhorven, ama mettere dei simbolismi cristiani nelle sue pellicole e che per l'omicidio dell'agente Alex Murphy si rifece propio alla crocifissione, con annessa resurrezione. Tuttavia, il desiderio di vendetta di Robocop e dello spettatore assieme a lui, non sono propriamente cristiani..
Questi aspetti, inconsciamente al grande pubblico, rendono il film decisamente disturbante. Ritenfo siano questi i motivi per cui merita un posto, tra i migliori film di tutti i tempi, quelli capaci di creare delle emozioni e delle riflessioni autentiche.

Obbiettivamente, quell'anno, il solo film capace di sfidarlo fu Gli Intoccabili.. ma indovinate un po? Stregata dalla Luna pare fosse stato un canditato migliore anche di quest'ultimo..
Il reparto effetti speciali, vide tra i produttori il grande Phil Tippet (Guerre Stellari);  Figlio illegittimo del re dello stop motion, Harry Harryhausen. Phil,  mise il suo tocco nell'animare ED-209.
Oggi, è probabilmente l'effetto più datato per via dei movimenti scattosi di questa tecnica che fu dichiarata defunta quando Tippet, assunto per animare i dinosauri di Jurassik Park, scoprì di essere estinto lui stesso, a causa dei computer del suo amico-rivale, Dennis Murren..  C'è un video tristissimo a riguardo.
Il capolavoro di Paul Verhorven rimane Robocop, la sua visione cruda della vita, deriva probabilmente dall'aver vissuto l'occupazione, ai tempi della seconda guerra mondiale. In questi scatti si può notare, la grande passione da filmaker nel realizzare la sua opera.
Se ci fosse un Oscar per la malvagità, Kurtwood Smith ( Clarance Boddicker ), lo meriterebbe di sicuro, condiviso ovviamente, con la sua banda.
Rob Bottin è il creatore della tuta di Robocop, mise la sua firma in molti classici anni 80, come Legend o La Cosa.
Oggi questi artigiani, sono stati soppiantati dall computer grafica e Bottin ha abbandonato il campo. Sarebbe bello rivedere certi lavori nelle grosse produzioni, perchè una creatura animata al computer non avrà mai il fascino e il realismo di una scultura.
Il lavoro di matte painting svolto, è stupefacente; I fondali sono assolutamente realistici, anche guardandolo in alta risoluzione, da Blu Ray Disc, non si può che non ammirarne il risultato.
Un fattore cruciale, per la buona riuscita di un film è senza dubbio la sua musica. Basil Poledouris, riuscì a superare quelle epiche di Conan il Barbaro e creò con la sua orchestra, una perfetta melodia trionfante, malinconica e futuristica,  ed un motivetto irresistibile.
Anche in questo caso l' Academy non gli diede il benchè minimo riconoscimento. Risucirono ad infilare tra le nominations, il sempreverde John Williams, per ben due volte, di cui una per Le Streghe di Eastwick !
 Peter Weller, assieme a tutti gli altri attori, all'epoca più o meno sconosciuti, resero il film ancora più credibile; Non c'è nessun superuomo, solo dei grandi ruoli per degli individui ordinari che diedero il massimo.
 Come non citare il remake di imminente uscita, Beh..
Teniamoci stretti i ricordi..