venerdì 21 febbraio 2014

Conan the Barbarian - 1982

Fra il tempo in cui l'oceano inghiottì l'Atlantide e il sorgere dei figli di Aryas, vi fu un era al di là di ogni immaginazione. L'era in cui visse Conan, destinato a portare la corona ingioiellata di Aquilonia sulla sua fronte inquieta. Sono io, suo cronista, il solo che può raccontarvi la sua saga. Lasciate che vi dica di quei giorni di gloriose avventure!

Esistono film praticamente perfetti? Certo, Conan il Barbaro è uno di questi.
Può essere tranquillamente definito un Fantasy ma non ne troverete alcuno che sia riuscito ad eguagliarlo.
Quello che lo mantiene ancora attualissimo - o per meglio dire - immortale, è l'assoluto realismo con il quale quest'avventura è passata sulla pellicola.  Certo... ci sono serpenti giganti e uomini pieni di steroidi.. ma che diavolo.. è un mondo magico, è la magia funziona.
Il lavoro straordinario di Ron Cobb (Alien) che si occupò delle scenografie fin dai primi bozzetti è plasmato sullo schermo in una maniera stupefacente, costumi, simboli, spade e costruzioni, non danno nemmeno l'impressione di essere state realizzati, paiono dei reperti antichi provenienti da chissà quale civiltà.
Pur non avendo dei lunghi dialoghi, il film co-scritto da Oliver Stone è recitato come fosse una lunga poesia.

Questa è la trascrizione della scena d'apertura da brividi in cui il padre di Conan gli tramanda il suo segreto:


Fuoco e vento provengono dal cielo, dagli Dei del cielo ma è Crom il tuo Dio. Crom che vive nella terra. 
Un tempo, i giganti vivevano nella terra Conan e nell'oscurità del caos mistificarono Crom e gli sottrassero il mistero dell'acciaio. Crom si adirò e la terrà tremò! e fuoco e vento abbatterono quei giganti e scagliarono i loro corpi nelle acque. Ma nel loro furore gli Dei si dimenticarono del segreto dell'acciaio e lo lasciarono sul campo di battaglia.. e noi che lo trovammo, non siamo che uomini.. Nè Dei, nè giganti. Solo uomini. 
E il segreto dell'acciao ha sempre portato con sè un mistero, devi impararne il valore Conan, devi impararne la  disciplina, perchè di nessuno, di nessuno al mondo ti puoi fidare, nè uomini, nè donne, nè bestie.. di questo solo ti puoi fidare.
Quello che lo consacra è il fatto che in quegl' anni, questi tipi di film, erano al limite della pacchianità sotto tutti gli aspetti, in primis spade e oggetti di scena..  fatti d'oro splendente nella maggior parte dei casi...
Anche il secondo Conan è più simile a quest'ultima descrizione piuttosto che all'originale, purtroppo Conan il Distruttore fu un film pessimo sotto quasi tutti i punti di vista.  Come raccontò Oliver Stone in un intervista, lo hanno svenduto troppo presto, Arnold doveva tornare ogni anno come James Bond e lasciare una saga ai livelli del primo film..
Arnold Schwarzenegger è qui al suo primo grosso ingaggio da protagonista, verrà lanciato proprio in quel 1982 tra l'olimpo di Hollywood. Come se non bastasse il suo già imponente fisico, si impegnò molto per brutalizzarlo ancora di più. Come si narra di Conan,  anche ad Arnold gli vennero insegnate diverse discipline in cui si dovette impegnare molto.. nella pronuncia sopratutto.. quello che non è noto e se gli vennero offerte anche donne della razza migliore  :D
Sandahl Bergman è Valeria, una ladra che Conan incontra sul suo cammino e che lo farà persino innamorare, alla sua maniera...
Fu una scelta azzeccatissima, grazie al suo fisico atletico, ci lascia una delle più Hot guerriere della storia del cinema.
  L'altro compagno di quest'avventura è Subotai, interpretato da Gerry Lopez, un surfista che dovette sedersi tra i banchi di scuola prima di interpretare la parte, perchè appunto era un surfista, non un attore.
Venne ridoppiato.
La spiegazione del surfista è lui, John Milius, il regista.
Milius che scrisse alcune sceneggiature importanti, come quella del'ispettore Callaghan, non è stato altro che un surfista sbandato per molti anni. Ci sono diversi documentari a riguardo, ma degno di nota è uno dei suoi più famosi film, forse la più famosa storia sul surf. Un Mercoledì da Leoni, incentrato sulla sua vita e quella degli altri surfisti degli anni 60. 
Alla fine del film scorgerete un Gerry Lopez cavalcare le onde.
Se i protagonisti erano un trio di novellini, e il cast principale era composto da una banda di sbandati, bodybuilder ed ex giocatori di football, il cast venne impreziosito da attori di classe come Max Von Sydow che regala una breve ma intensa partecipazione e dal grande James Earl Jones, nel suo ruolo (dopo Darth Vader ovviamente) più memorabile.
Qui sottoin una comparsata il buon amico e compagno d'avventure di Arnold, Franco Columbu.
Nostro compaesano, proveniente dalla Sardegna, sbarcato insieme ad Arnold alla conquista dell'America. Da vedere assolutamente nel film-documentario Pumping Iron- Uomo d'acciao, in cui Arnold, Franco e altri grandi come Lou Ferrigno si sfidano per il titolo di Mr. Olimpia.
Per molti di noi questo è stato il solo modo di conoscere Conan, una cara e vecchia VHS a noleggio, quasi impossibile da visionare a causa degli innumerevoli affitti.
Oppure se siete stati fortunati nei pochi passaggi televisivi in orari decenti.
Ricordo con nostalgia questi moralismi che andavano in voga sulla violenza, come quello affronato nel quadratino Effetto Conan qui sotto..
Chissà perchè al giorno d'oggi non si chiedono che effetto abbia sugli adolescenti vedere continui concorsi sul canto o sul diventare famosi..

Conan finisce così, barbuto e saggio con la sua corona ingioiellata, lasciandoci la speranza di rivederlo in questi panni.. Speranza che pare ci sia ancora, dato che Schwarzennegger sta tentando in tutti i modi di riportarlo al cinema con una grossa produzione chiamata The Legend of Conan.
Sarebbe senza dubbio il miglior film che potrebbe fare per salure la sua carriera.. dopo I Gemelli 2 ovviamente :D
Aspettate...mi sono dimenticato di parlare della colonna sonora! Lo so vi ho già tirato un pippone sull'importanza di Poledouris nello speciale di Robocop.. e allora godiamoci Anvil of Crom dalla più fottuta, grandiosa colonna sonora di tutti i tempi !
                                             Conan the Barbarian.

giovedì 13 febbraio 2014

WWF Special: Jake "The Snake" Roberts

Jake the Snake Roberts è uno di quei personaggi che non si dimenticano, dotato di mullet, baffazzi da camionista e un pitone sempre con sè, Jake ha lasciato il segno nel mondo del Wrestling come uno dei più riconoscibili dell'epoca.
Purtroppo negli anni recenti è venuto fuori che depressione, alcol e droga lo hanno perseguitato, c'è un video toccante dove chiede aiuto per un operazione, lo si vede praticamente incapace di alzare le braccia e muoversi normalmente ..
Ma Jake non si è arreso e nostante sia nato nel 1955 si è rimesso in forma, grazie al vecchio amico wrestler Diamond Dallas; ha praticato yoga, ha perso un sacco di chili..e sembra abbia smesso con i vecchi vizi..  Dunque pare che la parabola del serpente non finisce male, Jake è tonato quest'anno a far visita sul ring della WWE assieme al serpente, il mondo del Wrestling si è riunito per supportarlo e  proprio quest'anno, il 5 Aprile, verrà indotto assieme ad Ultime Warrior nell WWE Hall of Fame..
Un grosso evento che celebrarerà 2 grandi personaggi e un epoca indimenticabile.
hasbro-gig
Non perdetevi gli altri speciali sul WWF dal link qui sotto,
il prossimo (gigante) speciale in occasione della Hall of Fame sarà su... indovinate un po?

venerdì 7 febbraio 2014

Venerdì Horror: erotic-orror all'italiana

Buon Venerdì vecchi necrofili, questa volta torniamo negli anni 70, periodo in cui  dominavano le edicole questi fumetti tutti italiani, dicesi horror ma in realtà molto più sull' erotico.. o addirittura porno.
Mentre negli Usa ancora imperava l'horror per ragazzini, tipo Eerie, Vampirella ecc. noi italiani ci facevamo già riconoscere con queste storie di bassissima qualità al limite dell'indecente.
Vietate ai minori, o ai minori di 16 anni e quindi destinate ai bambini più scaltri, questi fumetti hanno colorato di rosso sangue almeno 2 decadi, perchè anche negli 80 restarono in circolazione.
Ancora oggi possederne qualcuno è segno di depravazione e quindi è sempre bene tenerli nascosti ad occhi indiscreti, immaginatevi in quegli anni cosa volesse dire possedere cose del genere ! 
Furono comunque un successo a dispetto di chi dice che solo la società odierna è malata.
Zora la vampira è forse il più famoso, Lucifera è probabilmente il migliore e disegnato meglio anche all'interno. Guardate la penultima foto in cui Lucifera si masturba e converrete che valeva davvero l'acquisto.
Oltretomba era a già a colori, le storie spaziavano da un genere all'altro con un filo conduttore di ragazzacce procaci coinvolte in qualche giro di morte e sesso, villaggi stregati, crature e nazisti...Terror Blu uguale, spaziava dalla fantascienza ai serial killer ma sempre con qualche scena di sesso gratuita.
Aldilà era uno dei tanti che uscivano tra una settimana e l'altra dalla Edilfumetto o Ediperiodici, Squalo..o come diavolo si chiamassero queste case editrici, l'importante era fare uscire quanti più personaggi (molto simili) in salsa Horror-porn.. C'era  Jacula, Cimiteria e SUKIA che già dal nome vi dice tutto.. La sua particolarità è che la protagonista non è che assomigliasse ad Ornella Muti., era proprio lei ! Chissà se lo gradisse..
Qui sotto alcuni stralci di quanto contenessero all'interno. Ben aldilà di quanto ci si possa immaginare dalle copertine... diciamo che vi ho mostrato solo il mostrabile !




Queste serie trash hanno ispirato la nuova collezione di T-shirts horror intitolata It's Alive